Le migliori tisane fredde
25 Marzo 2024
Guida per la promozione efficace di tè e tisane in un bar o un ristorante
16 Aprile 2024
Le migliori tisane fredde
25 Marzo 2024
Guida per la promozione efficace di tè e tisane in un bar o un ristorante
16 Aprile 2024

La professione del Tea Sommelier è una delle più affascinanti nel mondo della degustazione, ma non dobbiamo essere per forza sommelier per iniziare a bere una tazza di tè come un vero professionista. Grazie a Elsa Menegolli, direttrice didattica di Sommelier Italia, vediamo i 5 step per partire per questo viaggio di degustazione, cultura e tradizione.

Un vero professionista affronta la degustazione utilizzando un protocollo di lavoro che si basa su 5 step fondamentali. L’approccio del degustatore professionale di tè potrebbe in effetti rivelarsi piuttosto impegnativa per un neofita, ma avvicinarsi a questo tipo di profilazione potrebbe diventare estremamente affascinante e soddisfacente per i degustatori alle prime armi.
Elsa, professionista della degustazione ci indica i primi fondamentali step per iniziare a degustare e a conoscere meglio i tè.

Per mettere in pratica i 5 step del degustatore professionale di tè, si parte da un semplice esercizio di consapevolezza nell’utilizzo dei propri sensi. Siete pronti?

1° step : esame visivo, tattile ed olfattivo della foglia secca

Osservare la foglia di tè e toccarla con le dita.
Cercare di capirne la consistenza e la friabilità, il colore e la forma. Questo è il primo passaggio per iniziare a prendere confidenza con tutta la bellezza che un tè a foglia intera potrà mostrare. Dopo aver toccato ed eventualmente anche in parte schiacciato leggermente le foglie, il passaggio successivo sarà quello di portarsele al naso e cercare di intuire i primi aromi.
La freschezza e la buona conservazione delle foglie del tè si può capire già attraverso questo primo esame: le foglie di tè ben conservate devono essere secche e friabili.

2° step : esame visivo del liquore, ovvero del tè in tazza

Una volta preparato il tè, osservando meticolosamente tempi di infusione e temperature dell’acqua, osservare il colore del liquore. Le colorazioni del tè variano da tenere sfumature giallognole nei tè bianchi fino a corposi colori cuoio nei tè neri. Ogni te avrà sfumature che potranno variare sensibilmente dal centro ai bordi della tazza.

3° step : esame olfattivo del liquore

Portare la tazza verso il naso cercando di capire quali aromaticità ci rivela. Un tè verde, ad esempio, potrebbe regalarci aromi che riconducono al verde dei vegetali, alle sensazioni marine e di alghe. Un tè nero potrebbe svelare note maltate e di legni aromatici. Con un po’ di allenamento saremo in grado di individuare l’ovvia similitudine tra le note aromatiche della foglia secca e del liquore.

4° step: esame gusto retro olfattivo tattile del liquore

Oltre il 50% della degustazione si svolge all’interno del nostro palato. Una volta introdotta una piccola quantità di tè portandola su tutta la superficie della nostra lingua, potremo identificare i sapori che percepiamo. I gusti fondamentali sono dolce, salato, acido, amaro e umami e spesso il tè può riservarci interessanti sorprese. Dall’elegante dolcezza dei tè bianchi e fino al leggero finale amarognolo dei tè neri, passando attraverso gli intriganti umami dei tè verdi. La degustazione è un viaggio sensoriale magnifico e il tè ne è una grande dimostrazione. A livello di palato avremo poi modo di percepire anche tutte le caratteristiche tattili del tè che passano dalla morbidezza all’astringenza a mano a mano che proviamo le diverse tipologie. Infine, a livello retro olfattivo, potremo ritornare a sentire gli aromi che avevamo individuato nel tè in foglia secca.

5° step : esame visivo, tattile ed olfattivo della foglia

Dopo aver piacevolmente sorseggiato il tè dalla nostra tazza possiamo cimentarci con un esame dell’infuso, ovvero la foglia bagnata. Toccarla, osservarla ed annusarla sarà un’esperienza affascinante che ci ricondurrà alla bellezza dell’invitante mondo dei tè in foglia.

La valutazione sensoriale dei te è un viaggio che vale la pena di scoprire passo dopo passo. Una volta acquisita un po’ di dimestichezza nell’assaggio e nell’individuazione delle caratteristiche organolettiche del tè, sarà possibile scoprire anche gli abbinamenti culinari più adatti. E le sorprese, in tal caso, non finiranno mai.

Grazie ai preziosi consigli di Elsa Menegolli, docente dei corsi di Sommelier del tè di Sommelier Italia di cui siamo partner, è possibile provare fin da subito questi 5 veloci step per analizzare tè vrdi, neri, bianchi, oolong e pu erh magari con i nostri box degustazione.

Per avere informazioni sui corsi in programma vi invito a scrivermi in whatsapp oppure andare nella pagina contatti.

 

Scopri i box degustazione ed entra nel mondo dei Tea Sommelier:

×

Se non riesci ad effettuare l'ordine o il pagamento scrivi a Silvia con whatsapp. Risponde personalmente ad ogni messaggio.

× Problemi con l'ordine? Scrivici!